Mariella Alberini​​

Corano


"Corano Segreto"

Collana Islamica
Anno di pubblicazione: 2006
Casa editrice: Macchione Editore
Prefazione: Ettore MO


Riassunto


A Berlino, sul finire di un pomeriggio piovoso, una scienziata, dedita a importanti ricerche sul deterioramento delle cellule, viene uccisa nel suo studio alla Humboldt Universitaet. In quello stesso giorno, ad Amsterdam, durante un congresso internazionale organizzato dalla multinazionale farmaceutica Proserp Chemical, Ariel Lamberti, avventurosa giornalista, inviata della Rai a Berlino, conosce Ralf Stennel, capo del settore ricerche della Proserp, la giovane, ma famosissima ricercatrice sulle cause dell’invecchiamento umano Malgor Berard e Ahmet Gurkan, docente di geriatria e ricercatore alla Humboldt Universitaet, proveniente dall’Università di Istanbul oltre che agente del M.I.T, il Servizio segreto turco. Ariel ha perduto Khanlary Taggert, l’uomo della sua vita nel rogo delle Twin Towers,  magnate irano-americano, il quale l’ha lasciata unica erede di tutto il suo immenso patrimonio e cerca una nuova dimensione di vita. Ma il passato ritorna con un invito a continuare l’opera di supporto che Khanlary ha sempre prodigato per la liberazione dell’Iran dal regime oppressivo degli ayatollah. Ecco perché lui le ha lasciato le sue ricchezze. Ariel viene inviata in Iraq dal grande amico di Khanlary, Firduzy Zahedi che, da Parigi, guida l’opposizione laica in Iran insieme a Massoud Rajavi, il capo dei mujaheddin. Il quale organizza una spedizione alla ricerca di un antico manoscritto del Corano che sostiene l’importanza di un governo laico in tutto il mondo islamico. Documento importantissimo per l’Iran, allo scopo di stroncare il regime teocratico. Ariel parteciperà alla missione con un famoso islamista fiorentino, innamorato dell’Arabia e il braccio destro di Massoud Rajavi, il guerrigliero Eskandar Abbassy, eroe della resistenza iraniana, con il quale Ariel vive un’intensa storia d’amore. Attraverso l’Iraq, devastato dalle orde di al Qaeda, da Bagdad, a Mosul, a Bassora, e poi in Siria e nello Yemen, l’avventura, ricca di colpi di scena, di Storia antica e recente, si snoda sullo sfondo di un mondo orientale in subbuglio epocale Intanto a Berlino, si innesca una serie di strani delitti, che hanno a che fare con la Proserp Chemical e l’ambiente degli scienziati collaboratori di Malgor Berard, nobile discendente del penultimo Maestro templare. Nel castello di famiglia a Slobity in Masuria, la regione polacca non lontana dal confine russo, Malgor ha trovato le antiche formule basate sulle erbe che poi è riuscita a trasformare nel misterioso preparato, ambito dalla Proserp, ma non ancora sperimentato a sufficienza. Ahmet Gurkan e Malgor diventano amanti e nella biblioteca del castello, insieme alle formule troveranno anche una pergamena che contiene una introvabile sura coranica sulla donna. A Berlino, la famosa criminologa e scrittrice di thriller, Hilde Hertl, viene chiamata dalla Kripo (Kriminal Polizei) a indagare sui sempre più efferati delitti. Quando riuscirà a scoprirne l’autore, la vicenda si ricongiungerà alla spedizione in Arabia e alla scoperta di un Corano antichissimo e segreto forse addirittura precedente a quello dettato da Maometto. Tutte le ricerche sui dettagli riguardanti l’Islam sono assolutamente autentiche e sono state controllate da un docente di islamismo e di lingua araba dell’Università Cattolica di Milano. Le sure coraniche segrete, citate nel romanzo, sono sostenute da alcune delle centinaia di sette del mondo musulmano. Questo romanzo è di scottante attualità.

Synopsis

Berlin: at the end of a rainy afternoon, a scientist, working on important research about cell deterioration , is found dead in her office at Humboldt Universitaet. Amsterdam: that very same day, during an international congress organized by the pharmaceutical multinational company, Proserp Chemical, Ariel Lamberti, a daring journalist, correspondent for the RAI in Berlin, meets Ralf Stennel, head of the Proserp research department, Malgor Berard, the young but very famous researcher of the causes of  the human ageing process and Ahmet Gurkan, a geriatrics professor and researcher at Humboldt Universitaet, originally from the University of Istanbul, who is also a M.I.T. (Turkish Secret Service) agent. Ariel lost the love of her life, Khanlary Taggert in the Twin Towers blaze. Khanlary Taggert was an Iranian- American magnate who had left his entire fortune to Ariel, who is  now looking for a new life. But the past returns to haunt her when she is invited to continue the support Khanlary had always given to the Iranian liberation movement which wants to free Iran from the oppressive regime of the ayatollahs. This is the reason why he had left her his fortune. Ariel is sent to Iraq by Khanlary’s great friend, Firduzy Zahedi, who, from Paris, is leading the lay opposition in Iran, together with Massoud Rajavi, the mujaheddin leader. The latter organises an expedition to look for an ancient Koranic manuscript which supports the importance of a lay government in all the Islamic world. A very important document for Iran, if they are to crush the theocratic regime. Ariel will be a part of that expedition  together with a famous Islamicist from Florence, Eskandar Abbassy, a guerrilla, in love with Arabia and also Massoud Rajavi’s right hand man, a hero of the Iranian resistance. The two of them will have a passionate affair. The action takes the reader across an Iraq, devastated by the Al Qaeda hordes, from Baghdad, to Mosul, to Bassora and then to Syria and Yemen. This adventure of ancient and more recent history, which is also full of dramatic turns of events, is set in an Oriental world that is in epoch- making turmoil. Meanwhile, in Berlin, there are a series of strange murders, involving the Proserp Chemical and the world of the scientific assistants of Malgor  Berard, a noble descendant of the penultimate Grand Master of the Templar Knights. While, in the family home, a castle in Slobity, Masuria, a Polish region not far from the Russian border, Malgor finds some ancient herbal formulas which she is able to transform into a mysterious compound, much sought after by Proserp but which has still not been sufficiently tested.  Ahmet Gurkan and Malgor become lovers. They also find a parchment which contains an unobtainable Koranic sura about  the woman, in the castle library, this in addition to the formulas previously found there. Berlin: Hilde Hertl, a famous criminologist and crime writer is called upon by the Kripo (Kriminal Polizei) to investigate the ever-increasingly brutal murders there. When she discovers the person behind these murders, the story will take the reader to the expedition in Arabia and to the discovery of a secret ancient Koran which dates back  before the one dictated by Mohammed. All the research relating to  specific details about Islam is absolutely authentic and has been verified by a Professor of Islam and the Arabic language at the University Cattolica di Milano. The secret Koranic suras, mentioned in the novel are based on  theories sustained by some of the hundreds of sects in the Muslim world. This novel is extremely topical.  
Prefazione

Protagonista di questa storia, che si dipana agilmente sullo sfondo dell’attualità politica internazionale, è un’avvenente giornalista quarantenne, Ariel, attorno a lei ruotano personaggi reali del nostro tempo, da Khomeini ad Osama Bin Laden ad Ataturk a Franklin Delano Roosvelt a Joseph Fitzgerald Kennedy, padre del Presidente J.F.K. . Il titolo del libro “Corano segreto” è impegnativo e può far pensare a una dissertazione teologica o a qualcosa di simile. Così pure il prologo, nel quale l’autrice fa un’analisi della figura di Maometto. Nulla di tutto ciò. A dipanare il filo della trama, nel racconto di Mariella Alberini, è un nobile docente universitario fiorentino, Vincenzo de Tomei, accanito studioso dei più arcaici testi di cultura islamica, ai quali ha dedicato la propria esistenza visitando musei e biblioteche in Iran, Iraq, Turchia e Yemen. de Tomei si accanisce nella ricerca di un antichissimo documento che contiene concetti in parte diversi dai precetti che da millenni sono le fondamenta del libro sacro dell’Islam. Si tratta, appunto, del Corano segreto, un documento che risale al 638 d.C., custodito gelosamente dal Califfo Omar e che, ai giorni nostri, si troverebbe depositato presso l’Università di Bassora. Ma i suoi archivi sono stati manomessi durante la guerra Iran-Iraq degli anni Ottanta e, più tardi nella guerra del Golfo del 1991. Gli esperti sottolineano che non si tratta della solita mania dei topi di biblioteca, ansiosi di assicurarsi una rarità storica. La perseveranza e la tenacia delle ricerche sono giustificate dal fatto che il documento è di un’importanza politica vitale. Esso contiene infatti “concetti” a favore di un Islam moderato e conciliante, decisamente contrari ai diktat del fanatismo oggi imperante. A questo punto occorre estinguere il timore di essere sprofondati nelle sabbie mobili della politica internazionale: non è affatto questo il caso. L’autrice, del tutto estranea a questo tipo di seduzione, continua a dipanare l’avventurosa ricerca dello scienziato fiorentino, di Ariel e dell’eroe della resistenza iraniana, Eskandar Abbassy in un itinerario mediorientale denso di imprevisti, d’incontri, situazioni, personaggi nuovi e imprevedibili. Storie d’amore, di rimpianti, tradimenti, attentati, omicidi si intersecano con rapidità da Berlino a Parigi, da Teheran a Baghdad a Bassora a Mosul a Najaf con toni dalla prosa svelta e asciutta dei thriller: ma sullo sfondo c’è sempre l’Iran soggiogato dal regime teocratico di Khomeini che Ariel, rimasta sola dopo la morte del suo compagno, un magnate irano-americano, continua a combattere. Chi ha frequentato quella parte del mondo trova nel libro l’atmosfera perfetta, la vivacità della gente che affolla città e villaggi, respira l’aria di luoghi lontani dai circuiti occidentali e sente filtrare il profumo di pietanze come il tchelo kebab, piatto nazionale iraniano che Mariella è in grado di descrivere minuziosamente con tutti gli ingredienti. La stessa scaltra leggerezza di penna si avverte quando affronta eventi delittuosi e passionali amplessi. Ettore Mo
Recensione
Il%20Giornale%20130506
logo-feltrinelli
ed05d488ea95913a3d643d75cc45f439
td-amazon-smile-logo-01-large
logo-mondadori
IBS_logo.svg

Mariella Alberini - Scrittrice e giornalista - Blog: Visto da lei - email: m.alberini@iol.it

Creare un sito web